La trappola della compravendita e l'illusione del valore residuo alto. Come uscirne?

“Se io comprassi oggi questa macchina al prezzo X, fra 4 anni sicuramente la rivenderei al prezzo Y“.

Quello che abbiamo appena visto è il ragionamento comune di alcuni che si approcciano al Noleggio Lungo Termine ed è più che comprensibile.

Infatti esiste un ostacolo che frena alcune persone a prendere la decisione finale per beneficiare dell’esclusiva formula di Noleggio Lungo Termine.

Qual è?

Si tratta della presunta capacità di prevedere a quanto si riuscirà a rivendere la propria auto usata dopo un certo numero di anni.

In ogni caso vogliamo affrontare questo aspetto in modo diretto e obiettivo portando il lettore a capire se in fin dei conti Noleggiare può essere lo stile di guida adatto a lui, oppure no.

Partiamo dicendo che tutto ruota intorno ai calcoli che vengono fatti in merito al CANONE FINANZIARIO di un’offerta di Noleggio lungo termine.

Come forse già saprai, il canone di noleggio si divide in due voci: il canone finanziario relativo all’auto, e poi il canone operativo relativo ai servizi correlati all’auto (bollo – assicurazioni complete – manutenzioni complete – Assistenza h24).

È da qui che nasce tutto.

Richiedi subito la tua quotazione e scopri il tuo canone "TUTTO INCLUSO"

La sottrazione tra prezzo di acquisto e valore ipotetico residuo ci da il costo del PURO UTILIZZO della macchina.

Da questo momento si iniziano a fare i calcoli e qualcuno potrebbe dire:

“Aspetta, se la macchina costa X, ed io in 4 anni con il noleggio la pago Y, allora significa che è come se la comprassi e la rivendessi a Z! No, è troppo poco. Io riuscirei a rivenderla a di più!”

Ed è qui che arriviamo proprio a considerare la TRAPPOLA DELLA COMPRAVENDITA di cui abbiamo accennato nel titolo.

Sì, perché pensare di prevedere a quanto si venderà un’auto dopo un tot di tempo è un po’ come pensare di prendere un gratta e vinci ed essere convinti di fare Jackpot.

Probabilmente sto esagerando, lo ammetto, ma il concetto è chiaro.

Per quanto possano esserci i portali di auto con i valori di mercato dell’usato, riuscire a vendere un’auto al prezzo desiderato rimane e rimarrà sempre un’impresa ardua.

Impossibile? No, ma molto difficile.

Sono 2 i motivi principali che rendono questa pratica da evitare.

1. PERDITA DI TEMPO

Immagina quanto tempo dovrai sprecare per trovare l’acquirente giusto per la tua auto e quanti appuntamenti potranno andare a vuoto, o si riveleranno infruttuosi nonostante tu ci abbia speso risorse.

Nel frattempo le settimane e i mesi passano e l’auto continua ad esporsi ai rischi e ad ulteriore svalutazione.

2. PERDITA DI SOLDI

È un luogo comune ma “il tempo è denaro”, e nel tuo caso lo è davvero?

Potrebbero volerci mesi e mesi se non sei disposto a mollare l’osso ad un prezzo più basso.

Ma nel frattempo, altri rivenditori più affamati di soldi di te, non faranno resistenza e rivenderanno l’auto lasciando sul piatto svariate migliaia di euro.

Siamo proprio convinti che gestire la rivendita dell’usato da privato o tramite concessionarie che supervalutano a fronte di Leasing o finanziamenti con interessi gonfiati con gli steroidi…sia davvero la soluzione ottimale?

Oltre questi aspetti…

Quali sono i giganti con cui ti scontri nel rivendere la tua auto?

Oltre ai privati come te, ti troverai costretto a competere con le società di Leasing e di Noleggio scalpitanti come cavalli da corsa – pronte a svendere velocemente le proprie auto pur di monetizzare in fretta.

Il punto è che loro possono permetterselo perché le hanno comprate in stock a prezzi scontati e anche se le svendono, in realtà ancora ci guadagnano.

E i commercianti di auto che invece le vogliono comprare, saranno molto attratti dalle auto che rientrano dai noleggi perché sono certificate e ben mantenute rispetto a quella di un privato.

E loro stessi riusciranno poi a reimmetterle sul mercato con prezzi più competitivi dei privati.

Tranquillo, tra poco arriviamo alla soluzione ma…

In questi casi come va a finire il più delle volte?

Semplice, dopo varie frustrazioni la persona arriva a pensare: “Sai cosa c’è, forse è meglio che me la tengo ancora la macchina e aspetto”.

E quello è il preciso istante in cui stiamo solo fuggendo dal problema perché il momento in cui dovremo rivendere l’auto…arriverà.

Ma a quel punto il valore residuo dell’auto si sarà prosciugato ulteriormente – lasciandoci anche il fianco scoperto a manutenzioni straordinarie pronte all’assalto che potrebbero far impennare i costi di gestione.

E questi costi incerti e imprevedibili sono tutto ciò da cui vogliamo stare il più possibile alla larga.

Non trovi?

ESISTE UNA SOLUZIONE PIÙ VELOCE E RAGIONEVOLE PER EVITARE TUTTO QUESTO?

Noi ti proponiamo una soluzione alternativa che, anche se forse non rispecchierà il massimo raggiungibile in termini economici, ti permetterà ti liberarti della tua auto usata alla velocità di uno schiocco di dita, salendo su quella nuova in men che si dica.

Con la formula di Noleggio lungo termine l’auto sarà a tua piena disposizione ma NON sarà di tua proprietà e questo ti sgraverà da tutto ciò che ne sarà il suo destino al termine del contratto.

Se ne occuperà la società di noleggio e tu cambierai auto velocemente senza nemmeno dover pensare a tutta la trafila straziante che ti aspetterebbe – se dovessi occupartene in prima persona.

Il noleggio calcola preventivamente una simulazione di compravendita includendo un ipotetico valore residuo.

Forse non è il massimo che vorresti, ma se non altro è un valore CERTO e ti eviterà tutto ciò che abbiamo visto.

Passiamo ad un esempio pratico prendendo solo i valori che ci interessano.

Mercedes GLC COUPÈ 220 D 4matic Premium Plus Automatica.

  • Listino 66.900 i.i + interessi = € 70.000 c.ca
  • Anticipo zero
  • Canone finanziario di noleggio (che include una quota interessi): € 960 i.i.
  • 36 mesi
  • 60.000 km totali

Bene, arrivati a questo punto, calcoliamo il canone finanziario del noleggio e moltiplichiamolo per i 36 mesi e scopriamo il puro costo di utilizzo che ci offre il noleggio.

960 x 36 = 35.000 c.ca

“Un attimo, questo allora significa che se l’auto + interessi mi costa € 70.000 euro ed io pago per 3 anni 35.000 euro, è come se la rivendessi a 35.000 euro?”.

Esatto!

Questo sarebbe già un ottimo valore residuo, ma non sempre va così. Dopo 3 anni probabilmente, facendo svariati pellegrinaggi con possibili acquirenti e concessionarie, potresti rivenderla a di più.

Ma a fronte di quali sforzi? A fronte di quali perdite di tempo e giornate innervosite dalla frustrazione di non ottenere ciò che vuoi?

Con il noleggio forse ti viene prospettata una rivendita meno succosa di quanto ti aspetteresti ma…

Quanto vale il tuo tempo? Immagino molto ed immagino che non vorrai sprecarlo in attività di basso livello.

Il noleggio è per chi non vuole essere vittima di circostanze e del caso ma vuole stare SICURO.

Forse ti starai domandando: “Ma io adesso ho un’auto di proprietà e vorrei passare al noleggio. Come faccio per disfarmene?”.

La nostra agenzia di Noleggio Impera potrà aiutarti a rivendere la tua auto per entrare finalmente nella filosofia del noleggio. Ti basta cliccare questo link e prenotare una consulenza -> https://imperabusiness.com/consulenza/

Sei tu il prossimo che farà parte dell’esclusivo brand Impera dedicato ad Imprenditori e Professionisti come te?

Sarai il benvenuto.

Visita la pagina dei marchi e richiedi la quotazione per la tua prossima auto https://imperabusiness.com/ammiraglio-del-business/.

A presto.

Impera – Domina la strada del tuo business

3 commenti su “La trappola della compravendita e l’illusione del valore residuo alto. Come uscirne?”

  1. Nell esempio della Mercedes manca il canone operativo . Se invece lo avete inglobato chiamandolo canone finanziario avete creato confusione .
    Io ho una Honda CrV Awd lifestyle 7 posti cvt 41800€ comperata nel dicembre 2018 , con 28000 km
    4 gomme e 4 cerchi estivi e invernali
    Quanto vale ?
    Grazie

    1. Grazie per il suo commento. Allora il canone operativo è volutamente lasciato da parte ai fini del confronto. Infatti per le auto di proprietà non è prevista nessuna quota “operativa”, o per lo meno calcolabile esattamente a priori. Ricordo che il canone operativo non è nient’altro che la parte inerente ai servizi inclusi nel noleggio (assicurazione full – bollo – gestione sinistri – manutenzione).
      Quindi, in questo caso per rendere più lineare possibile il confronto non parliamo di servizi ma solo di puro noleggio, da qui Canone finanziario.

      Per quanto riguarda la valutazione della sua auto, posso solo basarmi sui prezzi di mercato e attualmente il valore si aggira sui 30 mila, ma è passato solo 1 anno.
      Ho fatto una quotazione veloce, sul noleggio 25 mesi dello stesso modello (listino 42.000), avrebbe avuto un valore residuo di c.a 24.000 € alla fine dei 2 anni.

      Spero di essere stato utile. Buona giornata.

  2. vedo due problemi:
    – se nell’esempio che avete fatto, se ho compreso bene, manca una cifra x che comprende i costi di gestione, ovvero canone operativo, quindi la glc coupe mi costa per 36 mesi e 60.000 km 35.000 e + i 36 canoni operativi
    vero è che i costi di bollo assicurazione ecc ecc li pago lo stesso, ma credo che, giustamente, voi vi tuteliate abbastanza.
    – per me, 20.000 km anno sono troppo pochi, ne faccio almeno il doppio, quindi il canone salirebbe abbondantemente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *